Recensioni Libri

It ends with us di Colleen Hoover

Ciao Readers e bentornati sul blog! Non è un mistero che il romanzo più chiacchierato dell’ultimo periodo sia stato It ends with us di Colleen Hoover, arrivato in Italia grazie alla Sperling & Kupfer. Un libro che aspettavo con ansia perché la Hoover è una delle mie autrici straniere preferite e leggere i suoi romanzi è come approdare a un porto sicuro.

It ends with us. Siamo noi a dire basta di Colleen Hoover (copertina)

Cartaceo: 15,90 € E-book: 9.99 €

Acquistalo su Amazon

È una sera come tante nella città di Boston e su un tetto, dodici piani sopra la strada, Lily Bloom sta fissando il cielo limpido e sconfinato. Per lei quella non è una sera come tante. Poche ore prima, ha partecipato al funerale del padre, un uomo che non ha mai rispettato, che le ha strappato l’infanzia e Atlas, il suo primo amore. Mentre cerca di dimenticare quella giornata tremenda, viene distratta dall’arrivo di Ryle Kincaid, un affascinante neurochirurgo totalmente concentrato sulla carriera e sull’evitare qualunque relazione.

Eppure, nei mesi successivi, Ryle sembra non riuscire a stare lontano da Lily e alla fine cede ai sentimenti e all’attrazione che prova per lei. Dopo una vita non sempre facile, la ragazza ha tutto quello che desidera: il negozio di fiori che ha sempre sognato di aprire e un fidanzato che la ama. Tuttavia, qualcosa non torna: Ryle a volte è scostante e inizia a mostrare un lato pericoloso, in particolare quando Lily rincontra per caso Atlas. Pur non sentendosi al sicuro con Ryle, Lily si rende conto in fretta che lasciare chi ci fa del male non è mai semplice.

Troverà allora il coraggio di dire basta?

♦♦♦

Affrontare la lettura di It ends with us è stato a volte difficile, perché ho alternato momenti di assoluto amore a momenti di assoluta rabbia. Sicuramente non è un romanzo “facile” perché tratta un argomento molto delicato: la violenza domestica. È stata una lettura trascinante anche se, secondo me, ha perso in alcuni punti dove c’è una svolgersi troppo frettoloso degli eventi .

La sua voce mi vibra nello stomaco. Brutto segno. Le voci dovrebbero fermarsi alle orecchie, ma alcune – non molte, a dire il vero – mi attraversano i timpani, echeggiandomi in tutto il corpo. La sua è una di queste. Profonda, sicura di sé e vagamente simile al burro.

Lily ha da poco perso il padre e si trova sul tetto di un palazzo pensando a quello che è successo durante il funerale. Sta pensando a tutto quello che nel corso della sua vita ha visto e ha vissuto. E lì su quel tetto conosce Ryle, neurochirurgo molto affermato, con il quale condividerà i suoi sogni semplicemente dicendo la verità nuda e cruda. Poi però i due si perdono di vista.

Da quell’incontro Lily non può certo sapere che la sua vita prenderà una piega totalmente inaspettata. Il suo sogno, da sempre, è aprire un negozio di fiori e non immagina certamente che la sua prima dipendente sarà proprio la sorella di Ryle. Per i due è impossibile non rivedersi e quella scintilla scoccata mesi prima sembra dare vita a un fuoco dirompente che pian piano porterà alla luce, però, l’ombra nascosta di Ryle.

Un’ombra causata da una delle persone più importanti della vita di Lily, Atlas. La figura di Atlas è la luce. È l’arcobaleno dopo un temporale. Atlas è sempre stata la “persona” di Lily (si, ho fatto una piccola citazione a Grey’s Anatomy) e per lei rappresenterà il punto di svolta. È colui che, nonostante tutto, c’è sempre stato anche quando i loro cuori non erano vicini fisicamente.

È nella natura umana guarire le vecchie ferite prima di costruire un nuovo strato di pelle. Tutto qui.

It ends with us ti strappa ogni pensiero, ti dilania la mente e il cuore. Te lo riduce in mille pezzi e ti fa provare tanta di quella rabbia che vorresti fuggire e non saperne più nulla. La storia di Lily potrebbe essere benissimo la storia di qualsiasi altra donna. Una ragazza che ha conosciuto la violenza fin da bambina e che senza volerlo si trova a subirla anche da grande. Il suo destino sembra essere quello di non essere felice e di non meritare nulla.

Una sensazione di pesantezza si diffonde in ogni parte del mio corpo. Una forza di gravità che incombe sulle mie emozioni. Ogni cosa si rompe. Le mie lacrime, il mio cuore, la mia risata, la mia anima. A pezzi come vetri rotti che mi piovono intorno.

A volte sembra sia facile giudicare dall’esterno determinate situazioni, ma solo viverle può farci veramente aprire gli occhi. C’è un momento in particolare del romanzo dove tutto si spezza. Ma non si spezza solamente la vita di Lily ma anche la tua anima mentre provi indirettamente il dolore della protagonista. Lo senti quello schiaffo, quel pugno e quella cattiveria gratuita sul tuo viso e sulla tua pelle. Non puoi far altro che continuare a leggere e sperare che sia tutto un brutto sogno o che la cosa non si ripeta mai più.

Tutti gli esseri umani sbagliano. A determinare il carattere di una persona non sono gli errori che commette, ma il modo in cui li considera e li trasforma in insegnamenti anziché in giustificazioni.

Già… che non si ripeta mai più. Quante volte abbiamo sentito questa frase? Siamo così convinte che la violenza possa avere mai una fine? Perché ci convinciamo che le persone possano cambiare e non provare più a farci del male sia fisicamente sia psicologicamente? Perché ci convinciamo che quello che proviamo per quella persona sia solamente amore.

Troppo spesso perdoniamo gesti e parole troppo forti che sono in grado di segnare la nostra vita per sempre. Il momento passa ma le cicatrici restano. Sarebbe troppo facile avere una bacchetta magica per poter cancellare tutto. La mente e il cuore, però, lo sapranno sempre e fossi stata in Lily forse avrei agito diversamente. Avrei, infatti, agito subito senza ripensamenti. Nessun uomo sarà mai autorizzato a toccarci con l’intento di farci del male. Nessuna di noi merita il male. Ricordatevelo…nessuna. Dobbiamo imparare a dire basta!

voto 4/5

error: Content is protected !!