Review Party - Voce del mare di Natasha Bowen
Anteprime,  Recensioni Libri,  Review Party

Voce del mare di Natasha Bowen

Ciao Readers, dopo secoli, torno finalmente a scrivere una nuova recensione. In realtà ce ne sarebbe un’altra in “cantiere” ma sto trovando il momento giusto per scriverla perché parlerà di un libro che ho amato. La curiosità è tanta? Vi invito a rimanere sintonizzati qui sul blog o sulla mia pagina Instagram. Comunque il libro di cui vi parlerò oggi è un’uscita super recente. Di quale sto parlando? Ma ovviamente di Voce del mare di Natasha Bowen, uscito ieri nelle librerie per Mondadori.

Voce del mare - Natasha Bowen (copertina)

Acquistalo su Amazon
Cartaceo: 19.90 € E-book: 9.99 €

Un tempo, quando era ancora umana, Simi pregava gli dèi. Ora che è una sirena, una Mami Wata, è al loro servizio, anche se non riesce a rinunciare ai ricordi della sua vita precedente.

Il suo compito, come quello delle sue sei sorelle, è di cercare e raccogliere le anime degli uomini e delle donne gettati in mare dalle imbarcazioni cariche di schiavi dirette al Nuovo Mondo; e, dopo averle onorate, fare in modo che possano tornare, benedette, alla loro terra d’origine.

Ma un giorno, quando da una di quelle navi viene buttato in acqua un ragazzo ancora in vita, avviene l’impensabile. Simi decide di portarlo in salvo, contravvenendo così a una delle più antiche e inviolabili disposizioni divine.

Per fare ammenda, sarà costretta a recarsi al cospetto di Olodumare, il Creatore Supremo, ma per poterlo incontrare, dovrà prima affrontare un viaggio pieno di ostacoli, nel corso del quale incontrerà terre ricche di insidie e creature leggendarie e si ritroverà ancora una volta a sfidare gli dèi, mettendo a rischio non solo il destino di tutte le Mami Wata ma anche quello del mondo così come lo ha conosciuto fino ad allora.

♦♦♦

Il romanzo ha un’edizione davvero bella con una copertina dai colori che rendono pienamente l’atmosfera di immergerci nel mare… Ma elemento ancora più interessante è sicuramente il fatto che il romanzo sia un retelling de La Sirenetta. Si, proprio quella che conosciamo tutti… Avrà soddisfatto la mia curiosità? Non vi resta che continuare a leggere.

Partendo dal presupposto che mi aspettavo grandi cose essendo un retelling, sono rimasta un pochino delusa da alcuni elementi che non mi hanno invogliata a “divorare” il romanzo in poco tempo. Le pagine non sono tantissime, elemento che forse ha penalizzato la storia.

Non mi aspettavo certamente un “copia e incolla” del classico della Disney ma, secondo me, l’autrice non ha saputo sfruttare al massimo le potenzialità di questo romanzo e della sua stessa protagonista.

Conosciamo la nostra protagonista, Simi, nel momento in cui la sua vita è ancorata al suo passato. Ora Simi, infatti, è una sirena e il ricordo della sua vita umana la rende più fragile dal punto di vista emotivo. Il suo compito è quello di raccogliere le anime cadute in mare e onorarle per permettere loro di tornare alla loro terra d’origine.

Quando, però, trova un ragazzo ancora in vita nelle acque profonde del mare, la sua moralità legata al creatore supremo Olodumare, inizierà a vacillare.

Non mi sono sentita di dare il massimo dei voti a questo romanzo. L’ho trovato molto lento soprattutto nella parte centrale e non sono riuscita ad entrare in empatia con la protagonista. L’ho trovata poco presente caratterialmente. Non so se riesco a spiegarmi.

Quello che, invece, ho amato è stato il racconto di una mitologia che conosciamo poco, quella africana. Scorrendo le pagine è impossibile non percepire quanto l’autrice sia legata a questo mondo. Il modo in cui lo racconta e lo descrive, seppur in una chiave fantasy, è bello e molto suggestivo. Tanto è stato bello che mi è venuta voglia di approfondire questo argomento in futuro. Amo la mitologia e credo che quella africana abbia tantissimo da raccontare.

Altro elemento molto apprezzabile è stata la tematica trattata dall’autrice, quella della schiavitù. Non è certamente un approfondimento così ampio come potreste immaginare, ma la Bowen è riuscita a raccontarlo in maniera molto semplice senza appesantire la lettura.

Quindi, direi, che Voce del mare è un romanzo rimandato agli esami di riparazione ma che consiglio comunque di leggere se siete appassionati di mitologia africana e se volete leggere un retelling de La Sirenetta.

voto 3/5

Ringrazio la Mondadori per avermi dato l’opportunità di leggere Voce del mare in anteprima ma ringrazio anche le mie compagne di viaggio di questo review party. Di seguito vi lascio i link dei loro blog dove troverete le loro recensioni.

Mulan’s Dreams

The Vintage District

Kathyconsiglia

Blog di ilviaggiodilessia

error: Content is protected !!