Più libri più liberi 2019
News

Più libri più liberi 2019

Si è conclusa ieri la diciottesima edizione di Più libri più liberi 2019, fiera nazionale della piccola e media editoria, al Roma Convention Center “La Nuvola”. La fiera si è sviluppata in cinque giornate dove è stato possibile scoprire le novità e i cataloghi di oltre 500 editori, incontrare autori, assistere a performance musicali, reading e dibattiti. Tema centrale della fiera, promossa dall’Associazione Italiana Editori (AIE), è stato I confini dell’Europa, questione importante sul futuro del nostro paese.

Da questa fiera è emerso che i piccoli e medi editori sono cresciuti quasi il doppio del mercato in generale (+6% nel 2019) e pesano per il 45,9%. Il 72,8%, però, di quel mercato è costituito dai primi cento marchi, su oltre cinquemila, dei piccoli editori. Il mercato generale del libro fino a novembre, inoltre, è cresciuto del 3,7% e i generi più amati sono non fiction specialistica e fiction straniera.

È stato trattato anche il tema delle biblioteche. La spesa media annua per acquisto di libri in Italia per la biblioteca scolastica è pari a 410 euro. Ciò corrisponde a 0,2 libri nuovi a studente, mentre la spesa annua per il funzionamento complessivo della singola biblioteca a scuola è di 1152 euro. Rispetto a otto anni fa, più di 8 scuole su 10 ne hanno una.

Impossibile non citare anche l’iniziativa di #ioleggoperché, che ha visto donare più di un milione di libri negli ultimi quattro anni.

Parliamo ora di affluenza. Più libri più liberi 2019 ha dato ottimi risultati. C’è stato soprattutto un boom di giovani provenienti dagli istituti scolastici di tutta Italia, che fa ben sperare sul futuro della lettura. Sempre meno persone sono interessate a leggere un libro, ma i dati di questa edizione sembrano dare buoni propositi. Sono 4,08 milioni di italiani, ad esempio, che ascoltano audiolibri e il 40% di loro, li sceglie soprattutto in lingua straniera.

error: Content is protected !!