ciak si gira
Ciak si gira

Il richiamo della foresta

La rubrica #ChakSiGira è arrivata al terzo appuntamento. Anche il sito sta subendo dei rallentamenti a causa di quello che sta succedendo nel mondo. Come vi avevo accennato su Instagram, gli articoli dedicati ai libri in uscita sono rimandati al mese di aprile (nella speranza che tutto vada per il meglio). Ci tengo, però, a continuare le rubriche settimanali per farci compagnia. Oggi vi parlo, quindi, del film Il richiamo della foresta, tratto dall’omonimo romanzo di Jack London.

Per chi non lo sapesse questo è stato il primo romanzo dello scrittore statunitense. È un romanzo d’avventura pubblicato nel 1904. La prima edizione, pubblicata nell’agosto 1903 dall’editore Macmillan di New York, conteneva 18 illustrazioni a colori di Philip R. Goodwin e Charles Livingston Bull, mentre l’illustrazione della copertina era di Charles Edward Hooper.

La vita di Buck, cane di razza abituato al clima mite e alla tranquillità degli Stati Uniti del Sud, ha un’improvvisa svolta quando, per una scommessa persa, è venduto e spedito al Nord, come cane da slitta. Piegato all’obbedienza da un esperto allevatore, riesce a far fronte alle nuove esigenze e a sopravvivere alle privazioni e al clima inclemente.

Ma qualcosa è cambiato in lui: nel suo comportamento riaffiorano istinti sopiti. Buck sente crescere, sempre più forte, il contrasto tra natura e educazione, tra amore per il padrone e slancio incontenibile verso la libertà.

il richiamo della foresta

Il film, della 20th Century Studios, è ambientato durante la Corsa all’Oro del 1890, nella natura selvaggia dello Yukon in Canada. Il richiamo della foresta è uscito nelle sale cinematografiche lo scorso 20 febbraio e, per chi ama i grandi classici, è un film da non perdere. Nel cast figurano i nomi dell’attore statunitense Harrison Ford (Han Solo della saga cinematografica Star Wars) e dell’attore britannico Dan Stevens (la Bestia/Principe del live action Disney de “La Bella e la Bestia”).

error: Content is protected !!