Recensioni Film

Aladdin (2019) | Recensioni Film

ALADDIN (2019)

aladdin

Data di uscita
22/05/2019

Regista
Guy Ritchie

Genere
Live Action

Sceneggiatura
John August, Guy Ritchie

Cast
Mena Massoud, Will Smith, Naomi Scott, Marwan Kenzari, Navid Negahban, Nasim Pedrad, Billy Magnussen, Numan Acar

Paese
USA

Durata
128 min

Distribuzione
Walt Disney Studios Motion Pictures

RECENSIONE

Ora vieni con me, verso un mondo d’incanto…

Era il 1992 quando la Disney portò al cinema, sulle note della canzone Il mondo è mio, Aladdin. Avevo tre anni all’epoca, forse troppo piccola per ricordare la storia con precisione, motivo per cui vidi il cartone animato quando fui più grande e… me ne innamorai all’istante.

La storia la conosciamo bene, quindi non rischiamo spoiler. Aladdin (Mena Massoud) è un giovane ladruncolo che vive, insieme alla sua fidata amica scimmia Abu, ad Agrabah. Un giorno incontrano per caso, al mercato del regno, la principessa Jasmine (Naomi Scott). Una principessa forte, intraprendente e con la voglia di portare il suo regno in un futuro prospero.

jasmine e sultano

Jafar (Marwan Kenzari), intanto, sta portando avanti il suo piano: vuole assolutamente la lampada magica che si trova all’interno della Caverna delle Meraviglie, ma per farlo deve trovare un “diamante grezzo” che possa accedere alla Caverna. Non a tutti è concesso entrare e solo chi è veramente puro di cuore ha la possibilità di accedervi.

jasmine aladdin jafar

Avevo basse aspettative riguardo questo live action, genere che ormai spopola in America per riportare alla luce capolavori di tanti anni fa, ma Guy Ritchie ha portato sul grande schermo la magia del cartone animato. Sono rimasta assolutamente estasiata dalla riuscita di questo film. Nelle due ore di proiezione sono tornata bambina, sognando di viaggiare su un tappeto volante in compagnia di Aladdin. Il cast scelto è molto buono. Forse Naomi Scott, che interpreta la principessa Jasmine, stona leggermente per i suoi tratti troppo occidentali mentre Marwan Kenzari, interprete di Jafar, lo avrei immaginato più grande di età.
Il personaggio che ho assolutamente adorato, invece, è il Genio, interpretato da Will Smith. Era stato sicuramente lui quello maggiormente esposto a critiche nei mesi scorsi. Molti erano contrari alla scelta di far interpretare il Genio della Lampada all’ex Principe di Bel-Air. Il bello del cinema è però anche quello di sorprendere lo spettatore. Mai scelta fu più azzeccata, stiamo sempre parlando di un live action.

aladdin genio della lampada

Il film ha quel tocco di Bollywood che non guasta, ma anzi riempie lo schermo di colori e musica. Si canta e si balla sulle canzoni che ormai tutti noi conosciamo. Per questioni di doppiaggio ovviamente sono stati cambiati alcuni testi delle canzoni, ma nulla di così drastico. È impossibile non emozionarsi quando Jasmine e Aladdin volano insieme sul tappeto volante cantando Il mondo è mio o, quando il Genio canta Un amico come me, è impossibile non farsi venire la voglia di ballare e cantare insieme ai protagonisti.

Un film che regala emozioni, ricco di effetti speciali fatti, secondo il mio modesto parere, molto bene. Un film adatto a tutti, bambini e soprattutto adulti per ricordarci che è importante sognare e credere che tutto è ancora possibile.

error: Content is protected !!