Recensioni Libri

Recensione: L’allieva di Alessia Gazzola

L’allieva di Alessia Gazzola

Data di pubblicazione: 09/01/2011

Editore: Longanesi

Genere: Giallo

Pagine: 374

Prezzo: 18.60 €

N.B. Il 16/11/2017 è uscita una nuova edizione della TEA al prezzo di 10 €

l'allieva di alessia gazzola

Alice Allevi è una giovane specializzanda in medicina legale. Ha ancora tanto da imparare e sa di essere un po’ distratta, spesso sbadata. Ma di una cosa è sicura: ama il suo lavoro. Anche se l’istituto in cui lo svolge è un vero e proprio santuario delle umiliazioni. E anche se i suoi superiori non la ritengono tagliata per quel mestiere. Alice resiste a tutto, incoraggiata dall’affetto delle amiche, dalla carica vitale della sua coinquilina giapponese, Yukino, e dal rapporto di stima, spesso non ricambiata, che la lega a Claudio, suo collega e superiore (e forse qualcosa in più). Fino all’omicidio. Per un medico legale, un sopralluogo sulla scena del crimine è routine, un omicidio è parte del lavoro quotidiano. Ma non questa volta. Stavolta, quando Alice entra in quel lussuoso appartamento romano e vede il cadavere della ragazza disteso ai suoi piedi, la testa circondata da un’aureola di sangue, capisce che quello non sarà un caso come gli altri. Perché stavolta conosce la vittima.

Serie “L’allieva”:

  • L’allieva
  • Un segreto non è per sempre
  • Sindrome da cuore in sospeso (prequel) (QUI la mia recensione)
  • Le ossa della principessa
  • Una lunga estate crudele
  • Un po’ di follia in primavera
  • Arabesque

Recensione

Probabilmente sarò in ritardo, ma il mio obiettivo di lettrice, in primis, è quello di raccontarvi le mie letture e farle conoscere a voi… e chissà magari c’è qualcuno che, come me, ancora deve iniziare a leggere la serie de L’allieva di Alessia Gazzola e non aspetta altro che un consiglio.

Arrivata in Istituto prima di tutti gli altri, percorro i pavimenti cerati dei lunghi corridoi, assaporo il silenzio etereo, osservo il mobilio austero e ricco di storia.
Io adoro questo luogo, vorrei non lasciarlo mai.
È una sensazione straziante, come del resto ogni amore non corrisposto che si rispetti, e forse mai amore è stato meno corrisposto di quello mio per l’Istituto.

Alice Allevi è una di noi. Una ragazza normalissima alle prese con la sua vita, combinando un guaio dietro l’altro. Sì perché il suo obiettivo è di diventare un medico legale, ma spesso si dimentica di quelle semplici e rigide cose chiamate regole.
Il caso di questa volta sconvolge così tanto Alice da renderla quasi irritante agli occhi di Claudio Conforti, l’uomo che le ha fatto capire di voler diventare anch’essa un medico legale. Alice ha conosciuto, infatti, la vittima solamente qualche ora prima del ritrovamento del cadavere. L’evolversi della faccenda porta Alice a compiere atti che rischierebbero di radiarla dall’Ordine dei medici.
A supportarla ci sarà Arthur. Un ragazzo libero e convinto che l’obiettivo della sua vita non sia quello di fare il semplice giornalista.
Alice così trova per caso l’amore. Ma è un amore strano, quasi non destinato ad avere un futuro. La nostra protagonista, però, è una che non si arrende e quando Arthur rischierà la vita, forse i due troveranno il modo di stare insieme.

Allevi, non farti mettere in crisi. Sei una piccola strega impicciona, ma hai passione. E la verità è che se c’è qualcosa che serve davvero per essere un bravo medico legale, è proprio questo.

Rispetto alla serie televisiva ho trovato tantissime differenze. C’è un episodio in particolare che accade tra Alice e Claudio che nella serie ha reso molto di più rispetto al libro. Il loro continuo gioco di sguardi e il modo di punzecchiarsi fa sì che il romanzo venga letto tutto di un fiato per vedere l’evoluzione del loro rapporto.
Claudio del libro, rispetto al personaggio interpretato da Lino Guanciale nella serie, è un uomo più freddo ma al tempo stesso è in grado di tornare sui suoi passi. Sicuramente nel suo passato è successo qualcosa e chissà se il sentimento che prova nei confronti di Alice sia amore o solo un’infatuazione passeggera.
Consiglio L’allieva di Alessia Gazzola agli appassionati del genere e a chi vuole sperimentare un giallo con un pizzico di rosa.

voto 3/5

ACQUISTA

error: Content is protected !!