Recensioni Libri

Recensione: Dreamology di Lucy Keating

Dreamology di Lucy Keating

Data di pubblicazione: 20/10/2016

Editore: Newton Compton

Pagine: 288

Prezzo: 9.90 €

Dreamology

Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?

Recensione

…definiamo i nostri sogni come una successione di immagini, idee, emozioni e sensazioni che prendono corpo involontariamente nella nostra mente durante particolari stadi del sonno. […] Freud affermava che i sogni sono il luogo in cui manifestiamo le nostre più profonde paure e i nostri più profondi desideri.

Ringrazio la Newton Compton Editori per avermi permesso di leggere Dreamology di Lucy Keating. È arrivato a sorpresa e la prima cosa che ho fatto è stata quella di iniziare a leggerlo. Ero incuriosita dalla trama di questo libro perché mi sembrava diversa dalle classiche storie d’amore.

Quando sei innamorato, nel tuo cervello c’è un afflusso di dopamina. Lo stesso effetto che si produce nelle persone quando assumono droga. In sostanza soffri di una dipendenza. Ma quando ti portano via l’amore, cioè la persona che ti crea dipendenza, tu elabori l’accaduto nella stessa parte del cervello che ti dice che ti sei bruciato o rotto un osso o graffiato la pelle. […] Quindi non devi star male perché ti manca. È assolutamente normale. Ma tutte le ossa rotte o le scottature o i problemi di cuore…alla fine guariscono.

Alice e Max si conoscono perché si sognano reciprocamente ogni notte. Entrambi sono convinti che il loro amore esista soltanto nel mondo onirico. Quando però si troveranno faccia a faccia dovranno fare i conti con la vita vera.
Il romanzo è narrato in prima persona dal punto di vista di Alice e abbiamo una suddivisione dei capitoli tra la realtà e i sogni che la notte Alice fa. È una ragazza di sedici anni che crede nel vero amore e quando il Max dei suoi sogni irromperà nella sua vita dovrà ricordarsi che a volte i sogni sono soltanto sogni.
Avrei preferito avere anche dei capitoli dal punto di vista di Max perché per molti aspetti non sono riuscita ad inquadrarlo. È un ragazzo sfuggevole e in alcuni momenti non ne capivo il perché. Ma forse il fascino della storia è proprio questo: mantenere quel mistero che ti invoglia a continuare la storia.

Mi sorprende quanto un gesto tanto piccolo possa essere tanto grande. Quanto alle volte non ci accorgiamo del nervosismo o della tristezza che teniamo chiusi dentro finché il tocco di qualcuno che amiamo non li fa uscire completamente da noi, e a quel punto è come se tutto il nostro corpo stesse espirando.

Dreamology di Lucy Keating è un romanzo autoconclusivo e leggero. Adatto per essere letto anche da ragazze più giovani. Non ci sono scene forti, ma c’è quella leggerezza tipica di quando hai sedici anni. Dove tutto ti sembra possibile.

voto 3/5

ACQUISTA

error: Content is protected !!